Parrocchia di Cavarzano - Sito


Vai ai contenuti

Chiesa Parrocchiale

Le Chiese

L'interno della chiesa parrocchiale

è sorta come "Tempio Nazionale della Madonna della Strada"


L'antica chiesa, certamente illustre per la ricca tradizione storico-devozionale e per le nobili testimonianze d'arte in essa racchiuse, risulta però sempre più insufficiente di fronte ad una Comunità in rapida crescita.

Il primo parroco don Mario Pasa, validamente sostenuto da laici qualificati, nel 1959 comincia ad ipotizzare la costruzione di un'imponente edificio cultuale che diventi contemporaneamente la chiesa principale e "Tempio Nazionale della Madonna della Strada". Quindi, speciale luogo di culto ove propiziare l'assistenza divina tramite l'intercessione della Vergine su tutti gli utenti della strada, suffragare le vittime della medesima ed impetrarne l'aiuto affinché si formi una mentalità responsabile in quanti circolano sulle vie.

L'idea è accolta dal vescovo Gioacchino Muccin ed il progetto, al quale lavorano Adriano Alpago Novello e Vincenzo Barcelloni Corte, trova favorevoli riscontri anche da parte della autorità civili.'

Il 23 maggio 1963 il patriarca di Venezia, card. Urbani, alla presenza di un folto pubblico e di personalità provenienti da varie parti d'Italia, solennemente pone la prima pietra del nuovo tempio. Purtroppo dopo pochi mesi, a seguito di una serie di circostanze sfavorevoli - in primis l'immane sciagura del Vajont - ci si rende conto dell'impossibilità di ottenere tutti i fondi promessi; quindi è giocoforza dover rinunciare al grandioso progetto iniziale ed accontentarsi dell'erezione di una sola parte.

Senza perdersi d'animo i Comitati creati ad hoc, assieme al nuovo parroco don Emilio Del Din, profondono ogni energia per giungere al più presto alla realizzazione ed in questo trovano disponibilità non solo nella fam. Vinanti, che concede il terreno, ma un po' in tutti i parrocchiani e nello stesso Ordinario, sempre sensibilmente coinvolto nell'impresa.

L'attuale edificio - cioè quello che doveva essere la cripta dell'articolato complesso chiesastico rimasto sulla carta - viene completato nel 1967 e benedetto l'8 dicembre dello stesso anno dal vescovo Muccin.



Torna ai contenuti | Torna al menu